Realizzazione Siti E-commerce autogestibili

Ogni giorno qualcuno ci chiede se è vero che un sito e-commerce è davvero così importante.

Ed ogni giorno diamo più o meno la stessa risposta: “DIPENDE da come è fatto”.

Un sito e-commerce correttamente progettato, correttamente realizzato e correttamente posizionato nei Risultati dei Motori di Ricerca genera quasi sempre importanti volumi di vendita, diventando rapidamente irrinunciabile fonte di fatturato e profitti per aziende di ogni dimensione.

Un sito e-commerce fatto ad una qualche maniera, invece, è – quasi sempre – un costo inutile, quando non addirittura un danno. Fare un “ecommerce” non garantisce alcun vantaggio; farlo BENE, di solito, sì.

Vediamo insieme quali sono i “segreti” (che poi di “segreto” non hanno davvero nulla!) per fare un e-commerce “fatto bene” e “che funziona”.

La corretta progettazione di un sito e-commerce

E da dove “si parte” per fare un sito e-commerce fatto bene? Come sempre, si DEVE partire dalla progettazione, dalle domande più semplici. Si DEVE partire da voi, dal vostro prodotto/servizio, dalla vostra realtà, dalla vostra reale capacità di fare o meno commercio elettronico. Si DEVE partire da una buona analisi preliminare.

Alcuni Clienti che chiedono un sito e-commerce, in realtà, non hanno i prerequisiti per poterne davvero trarre vantaggio: ad esempio perché hanno il prodotto sbagliato (raramente), perché le condizioni e le procedure aziendali non sono compatibili, perché le condizioni di spedizione incidono troppo sul costo finale o impediscono la consegna all’eventuale acquirente, perché il prodotto/servizio non consente – se proposto in Internet – di conservare sufficiente marginalità.

In generale, una volta ultimata l’analisi, per la maggioranza dei Clienti è comunque possibile trovare il modo di aggirare i problemi e di dar vita ad un progetto interessante e redditizio.

Di norma un’analisi preliminare sciatta e superficiale è il modo più sicuro per buttare via i vostri denari; in qualche caso, è anche foriera di guai che possono farsi piuttosto seri.

Diffidate di chi la fa “troppo facile”: troppo facile” per loro, spesso, significa grossi casini” per voi.

Nell’ambito dell’analisi preliminare, infatti, devono essere presi in esame molti fattori che, se trascurati, possono crearvi non pochi grattacapi. Ad esempio:

  • in certi casi è possibile vendere con il sito e-commerce tutte le referenze che avete, in altri è meglio proporre solo alcuni prodotti/servizi;
  • in certi casi è necessario trovare un modo per tutelare i rapporti consolidati con la rete di vendita tradizionale, in altri si possono condurre sperimentazioni riservate prima di affrontare questo scoglio, in altri ancora si può procedere senza problemi di sorta;
  • in certi casi le strutture aziendali (produzione/approvvigionamenti, vendite, amministrazione, magazzino e logistica) sono già pronte all’e-commerce, in altri è necessario introdurre dei correttivi al sito e-commerce che consentano alle vostre strutture di evadere facilmente le vendite online;
  • in certi casi spedizione e consegna possono essere relativamente semplici, ma in altri possono rivelarsi nodi più delicati e critici di quanto pensiate, consigliando di adottare modifiche alle strategie di vendita e/o al ricalcolo delle spese che possono risolvere alla radice molti problemi;
  • in certi casi i prodotti venduti in Italia (ovvero: nella sezione in lingua italiana di un sito e-commerce) possono essere identici a quelli venduti – ad esempio – in Germania (ovvero: nella sezione in lingua tedesca del medesimo sito e-commerce), ma in altri i prodotti commercializzati nel nostro Paese potrebbero essere diversi o avere politiche di prezzo difformi da quelle praticate in altri mercati;
  • in certi casi è possibile utilizzare tecniche relativamente semplici di auto-ottimizzazione delle piattaforme e-commerce, ma sempre più spesso – per ottenere buoni risultati di posizionamento sui Motori di Ricerca – e, di conseguenza, importanti volumi di vendita – è necessario ricorrere ad ottimizzazioni molto più attente e raffinate, specificamente adattate ad ogni singolo caso (e a volte anche ad ogni singola sottosezione del sito) e difficilmente riproducibili sulle piattaforme standard;

In tutti questi casi, un’analisi preliminare ben condotta consente di pianificare le cose “per bene”, non solo risolvendo le criticità, ma anche svelando spazi di azione ed opportunità di business che (assai più spesso di quanto crediate!) i Clienti da soli non sono in grado di intuire e dando vita a progetti e-commerce che, di solito, “portano a casa” fatturati e marginalità più che soddisfacenti. In parecchi casi MOLTO soddisfacenti.

La corretta realizzazione di un sito e-commerce

Realizzare in modo “corretto” un sito e-commerce significa tenere conto non solo delle soluzioni e delle idee scaturite dall’analisi preliminare, ma anche delle esigenze degli utenti e delle necessità relative alle azioni di visibilità/promozione e al posizionamento sui Motori di Ricerca.

Un buon sito e-commerce è ben posizionato sui Motori di Ricerca per parole chiave coerenti con i prodotti/servizi effettivamente venduti; è veloce, semplicissimo da usare e non vi disorienta mai; vi fa sentire tranquilli, sicuri e garantiti; non vi impone di registrarvi ancor prima di sapere se siete interessati a comperare qualcosa, ma vi chiede solo i dati indispensabili ALLA FINE del processo di acquisto; non cerca di rifilarvi servizi aggiuntivi che non vi interessano.

Per ottenere questi risultati i nostri siti e-commerce hanno:

  • un’interfaccia utente ed una logica di navigazione/acquisto gradevoli, intuitive ed immediate;
  • una piattaforma di gestione adeguata alla complessità dei contenuti ed un backoffice che vi consente di aggiornare facilmente prodotti e relative caratteristiche;
  • una infrastruttura tecnologica che garantisce sempre velocità e stabilità e risponde adeguatamente anche ad eventuali punte di traffico;
  • una piattaforma di sviluppo/ottimizzazione che può essere rimodulata ed ottimizzata in modo da adattarsi alle specifiche esigenze di ogni singolo progetto e da supportare meccanismi di auto-ottimizzazione dei contenuti nativamente efficaci nei confronti dei Motori di Ricerca.

Il corretto posizionamento (e la promozione) di un sito e-commerce

Ottenere un buon posizionamento organico sui Motori di Ricerca è, come noto, assolutamente fondamentale per qualunque sito Internet. Ciò è vero, a maggior ragione, per un sito e-commerce dato che un buon posizionamento per le giuste parole chiave genera direttamente vendite e fatturato.

Oltre alle normali buone pratiche e agli accorgimenti impiegati in ogni sito, nel caso dell’ottimizzazione di un sito e-commerce bisogna porre particolare attenzione alle logiche di gestione della piattaforma di pubblicazione/gestione dei prodotti, ovvero alle modalità con le quali vengono assemblate e generate – da parte del backoffice – non solo le “schede” relative ai prodotti, ma anche le eventuali schede relative a categorie, sottocategorie e ad altri eventuali contenuti correlati.

Il questo delicato passaggio delicato si giocano una quota significativa delle probabilità di successo delle attività di posizionamento sui Motori di Ricerca e, di conseguenza, di ottenere volumi di vendita, fatturato e marginalità soddisfacenti.

Molte piattaforme standard comunemente utilizzate nella realizzazione di siti e-commerce soffrono di limiti significativi in termini di prestazioni velocistiche, di flessibilità/personalizzazione e di semplicità di gestione; ma, soprattutto, mostrano debolezze rilevanti nella loro capacità di ottenere posizionamenti efficaci nei Motori di Ricerca.

Pertanto, nel corso degli ultimi anni abbiamo ideato, realizzato e progressivamente potenziato “we-commerce”, una piattaforma e-commerce potente e modulare, esplicitamente progettata alla realizzazione di siti di commercio elettronico ad elevate prestazioni.

La piattaforma “we-commerce” consente di spingere al limite le attività di ottimizzazione on-site e le prestazioni di auto-ottimizzazione delle sezioni autogestite dal Cliente, garantendo performance di posizionamento organico nei Motori di Ricerca difficilmente eguagliabili con altri strumenti.

La grande versatilità della piattaforma “we-commerce” consente di realizzare siti e-commerce di ogni tipo e dimensione, dal piccolo sito con una manciata di prodotti fino alla grande struttura con migliaia di articoli.

La versatilità e la modularità di “we-commerce” ci consentono di progettare e realizzare siti e-commerce con caratteristiche uniche e personalizzate, di soddisfare qualunque esigenza grafico-strutturale, di plasmarli in base alle esigenze del Cliente e di arricchirli con opzioni e funzionalità dedicate, garantendo sempre un’eccellente penetrazione nei risultati dei Motori di Ricerca, elevate prestazioni velocistiche, ed assoluta stabilità.

Questi ultimi aspetti, che rappresentano evidenti limiti per molte piattaforma standard, sono spesso sottovalutati dai Clienti, che ne ignorano o ne sottostimano l’impatto sia sui navigatori (eppure sappiamo tutti quanto siano fastidiosi i siti lenti e quanto poca fiducia ispirino i siti instabili, malamente assemblati o che generano errori!) sia sugli algoritmi dei Motori di Ricerca: Google, in particolare, attribuisce – anno dopo anno – sempre più “valore” a parametri come velocità e stabilità e penalizza ogni giorno di più errori, lentezze e malfunzionamenti.

Grazie al backoffice di autogestione modulare e alla preottimizzazione SEO della piattaforma, inoltre, i siti di commercio elettronico realizzati con “we-commerce” sono incredibilmente semplici da gestire, al punto che la maggior parte dei nostri Clienti impara ad utilizzarli e gestirli nel giro di un paio d’ore (senza necessità di corsi o complessi manuali d’uso).

La redditività di un sito e-commerce (e del web marketing) in Italia

Ricordate sempre che il risultato finale di un sito – e, a maggior ragione, di un sito e-commerce – non si misura in termini di “bellezza”, di “impatto” o di “visite”, ma di vendite ed incremento del fatturato.

È il ritorno dell’investimento, ovvero la sua redditività per la vostra Azienda che lo qualifica come un “buon” investimento!

Secondo i dati dell’unico studio completo effettuato in Italia sull’impatto economico di Internet sul business delle PMI [“Fattore Internet” – Boston Consulting Group e Google, 2011], nel 2010 l’Internet Economy italiana aveva già un impatto di circa 56 miliardi di euro; nel 2015 rappresenterà tra il 3,3% ed il 4,5% del PIL (tanto per avere un termine di paragone: circa il doppio rispetto ad agricoltura, silvicoltura e pesca messe insieme).

L’impatto sulle PMI è, se possibile, ancora più eclatante.

Nell’arco dei tre anni presi in considerazione dallo studio:

  • Le Aziende che non hanno un sito hanno perso in media il 4,5% del fatturato;
  • Le Aziende che hanno SOLO un sito hanno perso in media il 2,4% del fatturato;
  • Le Aziende che non solo hanno un sito, ma che effettuano anche attività di Internet Markting e/o E-COMMERCE hanno guadagnato in media l’ 1,2% in più, in termini di fatturato.

Detto in parole semplici, lo studio dimostra che fare un sito non basta. Bisogna farlo bene, bisogna – se possibile – arricchirlo con strumenti di e-commerce, bisogna supportarlo con attività di Internet marketing e posizionamento fatte bene. Se si fa tutto questo… si guadagna, anche in tempi di crisi.

Ne deriva che anche il sito e-commerce e le attività di Web Marketing devono essere pianificate e valutate dall’imprenditore (o dal manager) non in termini di spesa assoluta, ma di investimento e di probabile ritorno dell'investimento.

Eppure, tutti i giorni ci chiamano persone che hanno speso poco (a volte ridicolmente poco) per avere per le mani un sito inutile, senza speranze. Cosa possiamo dirgli? Solo che il “poco” che hanno speso lo hanno gettato alle ortiche, che è tutto da rifare. La perdita economica magari è stata modesta, ma il tempo perso? Il tempo, le occasioni di business, le potenziali vendite ed i potenziali contatti che sono finiti a qualcun altro… quanto potevano valere? In un mercato che si fa sempre più veloce, difficile e risicato non è più possibile buttar via uno o due anni di tempo solo perché non si è avuto il coraggio di investire qualcosina di più: è un errore gravissimo, che può far la differenza tra crescere o chiudere.

Noi non abbiamo la sfera di cristallo e non possiamo garantirvi che il nostro sito e-commerce e i nostri interventi di web marketing vi consentiranno di “scavallare” la crisi come se niente fosse o di crescere del 30% all’anno… possiamo però dirvi con serenità che, di norma, otteniamo eccellenti risultati e che la gran maggioranza dei Clienti che hanno sviluppato un sito basato su “we-commerce” e seguito i nostri consigli hanno avuto un ritorno dell’investimento superiore alle aspettative. Non di rado, di MOLTO superiore alle aspettative.

  • Lunedì, 28 Ottobre 2013

    Se un sito e-commerce è lento... non vende!

    Sappiamo tutti - per esperienza diretta - quanto sia frustrante avere a che fare con siti Internet e/o e-commerce lenti, fiacchi e difficili da navigare; quello…

Forse stavi cercando…

I nostri contenuti sono protetti da sistemi antiplagio

Nettamente s.r.l. - Modena

Via Mascherella 11

41121 Modena (MO) Italia

Tel +39-059-212-666

Fax +39-059-21-38-848

Cell +39-335-54-14-043

Nettamente s.r.l. - Milano

Piazza IV Novembre, 4

20124 Milano (MI) Italia

Tel +39-059-212-666

Le nostre sedi

P.IVA/C.F./R.I. MO: 03752010284 - C.S.: €20.000,00 i.v.

© All rights reserved Nettamente